PADOVA – 12 OTTOBRE 2018 – VILLA BORROMEO

RIGENERAZIONE E SVILUPPO DI UN
ECOSISTEMA METROPOLITANO

Visioni, modelli, opportunità

RIGENERAZIONE E SVILUPPO DI UN ECOSISTEMA METROPOLITANO

Visioni, modelli, opportunità
Mettendo in fila 1,25 milioni di campi di calcio si ottiene una superficie di 9 mila chilometri quadrati, pari al 3% del territorio italiano. Sono le cifre monstre delle aree industriali dismesse, di cui il 30% inserite in contesti urbani.
Di fronte a questi numeri, non è più rinviabile un ragionamento sul futuro della rigenerazione degli spazi, per renderli fruibili nel rispetto delle esigenze di sostenibilità economica, sociale e urbanistica. Da una pianificazione lungimirante, supportata dallo sviluppo di sinergie fra mondo politico, investitori, imprese e progettisti, potrebbero sorgere nuove aree connesse e funzionali a nuovi modelli di sviluppo, in grado di restituire slancio economico e occupazionale al nostro Paese.

Se in Europa il futuro è già iniziato, in Italia il processo di ripensamento e riprogettazione delle aree dismesse, alla ricerca di best practice da replicare nei diversi territori, si perde nelle lungaggini burocratiche e nell’insufficiente capacità di fare sistema.

In questo quadro a tinte fosche, il Nord est primeggia nell’avvio di percorsi strutturati di riflessioni su tale tema. Solo nel Veneto esistono 92 mila capannoni industriali, situati in 5.679 aree produttive che occupano il 18,4% dell’intera superficie regionale. Ciò significa un capannone ogni 54 abitanti. Sul fronte della logistica integrata e del supporto alle attività di import-export, i porti di Trieste e Marghera stanno ribaltando i codici di gestione e di attrazione degli investimenti internazionali. Tra Vicenza e Venezia e tra Milano e Trieste si collocano due dei principali poli di sviluppo del Paese. Questa è l’area nella quale ci si attende una consistente crescita demografica nei prossimi anni, qui il PIL presenta trend doppi rispetto alla media italiana, qui si vanno orientando importanti investimenti, qui il tessuto industriale, soprattutto delle PMI, si rianima e si riconfigura guardando ai mercati internazionali: un quadro all’interno del quale le infrastrutture fisiche e immateriali, moderne ed in grado di abilitare linee di connessione con altri territori, costituiscono un fattore abilitante da cui non si può prescindere.

Civiltà di Cantiere si propone come soggetto animatore della riflessione, fornendo spazi e occasioni di confronto per dare voce a chi sta partecipando attivamente alla trasformazione, a chi la progetta, a chi la finanzia, a chi l’ha già avviata.

250

IMPRENDITORI

150

PROFESSIONISTI

50

AZIENDE

20

SPEAKER

CHI SIAMO

Civiltà di Cantiere è un progetto innovativo per il sistema italiano delle costruzioni, rivolto a una pluralità di soggetti, basato sulla consapevolezza del profondo cambiamento che sta caratterizzando il mercato e l’industria edilizia, nel segno dell’innovazione e della sostenibilità.

Civiltà di Cantiere vuole essere un luogo di riflessione di eccellenza in cui stakeholder di riferimento possano confrontarsi, per produrre una nuova cultura del costruire, che orienti il settore verso un modo diverso di fare edilizia, attento all’innovazione e volto a favorire processi di crescita e di sviluppo economico e sociale.

L’obiettivo di Civiltà di Cantiere è il consolidamento di una visione comune, attraverso momenti di confronto e di riflessione, che funga da bussola  di orientamento strategico per il sistema delle costruzioni.

Civiltà di Cantiere esplica la propria azione attraverso l’attività editoriale, con la redazione del Magazine e del portale www.civiltadicantiere.it, la promozione di eventi e la conduzione di tavoli strategici a supporto di organizzazioni di settore e di imprese.

RIFLETTIAMO INSIEME SULLA RIGENERAZIONE

CONFERENCE SPEAKERS

ARCHITETTO E FONDATORE STUDIO BOERI ARCHITETTI

Stefano Boeri

PRESIDENTE ANCE

Gabriele Buia

ARCHITETTO E PRESIDENTE CNAPPC

Giuseppe Cappochin

AD E DG INTESA SAN PAOLO CASA

Anna Carbonelli

ARCHITETTO E PRESIDENTE CARRON COSTRUZIONI GENERALI

Diego Carron

ASSESSORE AL TERRITORIO, CULTURA E SICUREZZA REGIONE VENETO

Cristiano Corazzari

SENIOR PARTNER FIWARE FOUNDATION

Stefano De Panfilis

PRESIDENTE ANCE GENOVA E VICEPRESIDENTE ANCE

Filippo Delle Piane

PRESIDENTE AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO ORIENTALE

Zeno D’Agostino

RETTORE IUAV

Alberto Ferlenga

PRESIDENTE ASSINDUSTRIA VENETO CENTRO

Massimo Finco

PRESIDENTE NET ENGINEERING INTERNATIONAL

Giovanni Battista Furlan

SINDACO DI PADOVA

Sergio Giordani

SOTTOSEGRETARIO PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Giancarlo Giorgetti

PROFESSORE ORDINARIO DI ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE UNIPD

Roberto Grandinetti

ASSESSORE URBANISTICA, VERDE E AGRICOLTURA COMUNE DI MILANO

Pierfrancesco Maran

PRESIDENTE SAVE

Enrico Marchi

DIRETTORE CIVILTÀ DI CANTIERE

Alfredo Martini

AUTORITÀ DI GESTIONE PON METRO

Giorgio Martini

AD BANCA INTESA SAN PAOLO

Carlo Messina

ARCHITETTO E SENATORE A VITA ITALIANO

Renzo Piano

PRESIDENTE ANCE VENETO

Giovanni Salmistrari

PRESIDENTE CAMERA DI COMMERCIO DI PADOVA

Antonio Santocono

DIRETTORE BANCA INTESA NORD EST

Renzo Simonato

PRESIDENTE REGIONE VENETO

Luca Zaia

CONFERENCE PROGRAMMA

 12 OTTOBRE 2018

SESSIONE 1

9:15

Apertura dei lavori

Sergio GIORDANI – Sindaco di Padova
Cristiano CORAZZARI – Assessore alla pianificazione territoriale e urbanistica Regione Veneto *
Filippo DELLE PIANE – Vicepresidente ANCE
Giuseppe CAPPOCHIN – Presidente CNAPPC

9:45

RIGENERAZIONE E SVILUPPO DI UN ECOSISTEMA METROPOLITANO

Alfredo MARTINI – Civiltà di Cantiere

 

VISIONI E MODELLI
Renzo PIANO – Architetto (videointervista)
McKinsey Global Institute

 

IL VALORE DELLA TRASFORMAZIONE
Stefano BOERI – Architetto
Diego CARRON – Presidente Carron Costruzioni Generali

11:30

RIGENERAZIONE, INNOVAZIONE , INCLUSIONE

Giorgio Martini – Autorità di Gestione PON Metro
Pierfrancesco MARAN – Assessore urbanistica, verde e agricoltura Comune di Milano
Stefano DE PANFILIS – Senior partner Fiware Foundation
Giovanni Battista FURLAN – Vicepresidente OICE e Presidente Net Engineering International

12:30

TRASFORMARE PER GENERARE RICCHEZZA

Gabriele BUIA – Presidente ANCE
Giancarlo GIORGETTI – Sottosegretario Presidenza del Consiglio *
Stefano BARRESE – Responsabile Banca dei Territori Intesa Sanpaolo
Conduce Marco PANARA – Civiltà di Cantiere

13:15

LUNCH BREAK

SESSIONE 2

14:30

Ripresa dei lavori

Antonio SANTOCONO – Presidente Camera di commercio, agricoltura e industria di Padova

14:45

ECOSISTEMA METROPOLITANO E SVILUPPO DEL NORD EST

Introduce
Alfredo MARTINI – Civiltà di Cantiere
e
Roberto GRANDINETTI – Università degli Studi di Padova
Ne discutono
Massimo FINCO – Presidente Assindustria Venetocentro
Renzo SIMONATO – Direttore Regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige Intesa Sanpaolo

15:30

L'INFRASTRUTTURA DELL'ECOSISTEMA

Ennio CASCETTA – Presidente ANAS e Commissario straordinario Piano accessibilità Cortina 2021
Zeno D’AGOSTINO – Presidente Assoporti
Enrico MARCHI – Presidente SAVE

16:15

RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE

Anna CARBONELLI – Direttore Generale Intesa Sanpaolo Casa
Alberto FERLENGA – Rettore IUAV
Giovanni SALMISTRARI – Presidente ANCE Veneto

17:00

QUALE FUTURO PER IL NORD EST

Marco Panara ne parla con
Luca ZAIA – Presidente della Regione Veneto

17:30

CHIUSURA DEI LAVORI

PARTNER CONSTRUCTION CONFERENCE 2018

MAIN PARTNER

PARTNER ISTITUZIONALI

TECHNICAL PARTNER

PARTNER TERRITORIALI

PARTNER Civiltà di Cantiere

ORDINI PROFESSIONALI PARTNER

REGISTRATI

CONFERENCE

La registrazione alla conference è gratuita. Dato il numero limitato di posti, ti chiediamo la gentilezza di comunicarci l’eventuale rinuncia prima dell’evento, per permettere ad altri di partecipare.

 








INFORMAZIONI

EVENTO

CONSTRUCTION CONFERENCE 2018

12 OTTOBRE 2018
Ore 9:00 - 18:00

Villa Borromeo

Via della Provvidenza, 61

35030 Sarmeola di Rubano

INFO

CONTATTI

Democom Srl

Via Dei Prati Fiscali, 199
00141 - Roma

Segreteria Organizzativa

info@civiltadicantiere.it

+39 06 83088149
LUN - VEN 9.00-18.00